Immagine

Giornata mondiale dei primi soccorsi: Rinfrescare le conoscenze – salvare delle vite

In caso di emergenza medica, l’essenziale è prestare rapidamente i primi soccorsi e gestire il tempo fino all’arrivo del soccorso professionale. Ecco perché la Giornata mondiale dei primi soccorsi del 10 settembre è incentrata sul tema dell’«apprendimento permanente».

Molti di noi hanno già assistito a una situazione di emergenza. Le formazioni in primi soccorsi non trasmettono solo le conoscenze necessarie in materia, ma anche la fiducia necessaria per reagire correttamente in casi del genere. Tuttavia, le conoscenze sull’aiuto immediato in situazioni di emergenza diminuiscono in modo evidente in proporzione al tempo trascorso dall’ultimo corso di aggiornamento. La CRS e le sue organizzazioni di salvataggio – tra cui rientra anche Samaritani Svizzera – propongono svariati contenuti di apprendimento adatti a tutte le età. Vogliamo così preparare le persone alle situazioni di emergenza e trasmettere loro fiducia nell’applicazione dei primi soccorsi.

Sviluppo delle formazioni
Secondo lo studio Sotomo «Cosa fare in caso di emergenza?», la popolazione svizzera può ancora migliorare notevolmente le proprie competenze in primi soccorsi. Le persone interpellate si pronunciano chiaramente a favore di uno sviluppo della formazione di soccorritore. Il desiderio: integrare le formazioni in primi soccorsi nel piano didattico e proseguirle regolarmente dopo la scolarità obbligatoria.

In questo modo, il grande pubblico avrebbe regolarmente accesso a questi contenuti di apprendimento e le conoscenze sarebbero presenti in caso d’emergenza. Un’attuazione adatta all’età permette già di sensibilizzare sui primi soccorsi a tutti i livelli scolastici. Le organizzazioni di salvataggio della CRS sostengono le scuole interessate in termini di offerte messe a disposizione degli insegnanti. Vi rientra anche un’offerta di Samaritani Svizzera – il programma «Salvataggi di classe» di Samaritani Svizzera e della REGA porta i primi soccorsi direttamente in aula. Il programma «La sicurezza in acqua fa scuola» della Società Svizzera di Salvataggio (SSS), con il tema «Primi soccorsi a bordo vasca», è già parte integrante del Piano di studio 21.

Tre cifre chiave dello studio

  • 50% Solo una persona interpellata su due se la sente di prestare aiuto in caso d’emergenza
  • 75% Tre persone su quattro conoscono il numero d’emergenza corretto 144
  • 61% Due terzi delle persone interpellate desiderano una formazione migliore sotto forma di corsi di primi soccorsi

Primi soccorsi e Samaritani Svizzera
Samaritani Svizzera s’impegna con passione nei primi soccorsi, proponendo le relative formazioni. In qualità di organizzazione di salvataggio della Croce Rossa Svizzera (CRS), facciamo in modo che le persone infortunate e malate ricevano rapidamente aiuto. Nell’ambito di un partenariato con la CRS, l’assicurazione malattia Helsana sostiene l’impegno a favore dei primi soccorsi.

A livello internazionale, la Croce Rossa è una delle organizzazioni leader nel settore dei primi soccorsi. Le società nazionali di soccorso formano ogni anno in primi soccorsi oltre 20 milioni di persone. La Giornata mondiale annuale dei primi soccorsi ricorda l’importanza delle competenze in materia di primi soccorsi – e questo, per tutta la vita.