Federazione svizzera dei samaritani
Federazione svizzera dei samaritani
Martin-Disteli-Strasse 27
4601 Olten
Telefon 062 286 02 00
Fax 062 286 02 02
office@samariter.ch

Conferenza dei presidenti 2012: parte 3

Rapporto sulla Conferenza dei Presidenti delle Associazioni cantonali 2012

Nottwil, 10 e 11 marzo

Visione generale


Modernizzare l’offerta dei Corsi soccorritori e ottimizzare la Colletta samaritana

Con la possibilità di poter svolgere delle parti del corso a casa al computer e con una coordinazione più efficiente, i Corsi soccorritori proposti dalle Sezioni Samaritane dovrebbero poter attirare di nuovo più corsisti. I partecipanti alla conferenza hanno salutato positivamente l’avanzamento nella Strategia della FSS per quel che riguarda i corsi, così come pure la proposta di ottimizzare la Colletta samaritana.

Dall’inizio del 2013 la FSS prevede – accanto alla formula tradizionale del Corso soccorritori di 10 ore (di presenza) svolto finora – un "Corso soccorritori giornaliero“. Quest’ultimo ha esattamente gli stessi contenuti dei Corsi soccorritori fatti finora ma i partecipanti possono svolgere tutta la parte teorica di complessive tre davanti al computer, quindi a casa loro o in qualsiasi posto essi siano, completamente indipendenti. I contenuti pratici continueranno invece a venir impartiti „dal vivo“, e cioè durante un corso di sette ore, al quale è obbligatorio presenziare.

A livello di contenuti del corso, non ci sono cambiamenti. I monitori riceveranno singolarmente il nuovo piano di procedura. Al termine del corso, i partecipanti ricevono gli stessi attestati di corso di tutti gli altri corsi convenzionali. Già nel corso della primavera, la FSS verificherà il nuovo concetto „eLearning nei Corsi soccorritori“ attraverso corsi pilota.

Presentato un concetto dettagliato

Il progetto presentato da Roland Marti, capo del Settore Formazione e Consulenza della FSS, ha sollevato una vasta adesione da parte dei presidenti cantonali. Non da ultimo poiché molte domande di dettaglio hanno già ottenuto una risposta: il competente Ufficio federale delle strade (USTRA) vede positivamente questa nuova forma di corso ed è coinvolto nella successiva elaborazione dell’offerta on-line di corsi. L’incasso per eLearning è pure regolato. E‘ stato ad esempio assicurato che terze persone non possono assolvere la parte di corso on-line al posto del partecipante stesso.

I nuovi "Corsi giornalieri" dovrebbero rendere i Corsi soccorritori maggiormente attrattivi per i giovani e in questo modo contribuire a far riguadagnare ai Samaritani una fetta di mercato nell‘offerta di corsi. D’altra parte, questi corsi non devono rappresentare una concorrenza per i „classici“ Corsi soccorritori delle Sezioni. In questo senso, occorre però un cambiamento nelle offerte e nel marketing dei corsi. Dall’inizio del 2013 la FSS adotterà delle misure di divulgazione nei media ascoltati e letti dai giovani. Tuttavia alcuni sforzi decisivi dovranno essere fatti dalle Sezioni Samaritane e dalle Associazioni cantonali:

  • Coordinazione efficiente e realizzazione di una grossa offerta di corsi per tutti i mesi in tutte le regioni.
  • Iscrizione di tutte le offerte di corsi sulla piazzaforma dei corsi www.redcross-edu.ch (vedi Circolare mail del 7 marzo)
  • Creazione di punti centrali per l’organizzazione e l’annuncio dei corsi.

Affinché al marketing dei corsi nelle Sezioni Samaritane e nelle Associazioni cantonali venga data la necessaria attenzione ed importanza, tutti i monitori di corso e di Sezione frequenteranno quest’anno un Workshop sul tema „Fattori di successo nel Marketing dei corsi“  nell’ambito della Formazione continua obbligatoria dei quadri di Sezione.

Strategia di crescita per la Colletta samaritana

L‘apposito gruppo di lavoro sul progetto di nuovo concetto della Colletta samaritana non ha sottoposto al Comitato centrale delle modifiche sostanziali alle modalità attuali di raccolta della Colletta, ossia attraverso il conto, le liste e la raccolta per strada. Queste modalità di raccolta vanno infatti mantenute. Il gruppo intende però rendere maggiormente efficiente, in alcuni aspetti, la raccolta da parte delle Sezioni e per questa ragione ha elaborato una strategia di crescita.

Le proposte del gruppo, già sostenute dal Comitato centrale, hanno ottenuto il consenso pure dai presidenti cantonali. Da discutere rimane la ripartizione delle donazioni raccolte direttamente dalla FSS.

  • Il gruppo di lavoro intravede un grosso potenziale nella strategia delle „macchie bianche“, ossia dell’intervento in quei comuni dove le Sezioni Samaritane non sono presenti. In questi comuni, dove di fatto non avviene la Colletta, si propone che – previa accordo – intervenga con una Colletta la Sezione più vicina, oppure l’Associazione cantonale oppure ancora la FSS. Oggi alla Colletta partecipano in media circa 1‘000 Sezioni Samaritane. La Svizzera conta tuttavia circa 2‘500 comuni. E‘ evidente che in molte località, durante il periodo ufficiale della Colletta ZEWO, non si svolge nessuna Colletta samaritana. Proprio qui si vede un grosso potenziale di sviluppo.
  • In futuro, la FSS – sempre previa accordo con le Sezioni Samaritane e le Associazioni – dovrebbe poter scrivere una lettera alle 3‘000 fino a 5‘000 grosse imprese della Svizzera chiedendo un sostegno (donazione). In questo ambito il gruppo di lavoro percepisce però dei grossi problemi di coordinazione che vanno approfonditi.

Il gruppo di lavoro su questo progetto si prefigge di presentare al Comitato centrale un concetto sulla strategia delle „macchie bianche“ in ottobre. Durante la Conferenza d’autunno 2012, i presidenti cantonali verranno poi informati sullo stato di questo progetto e sulle procedure previste.

Partner
  • logo Zewo
  • Organizzazione di salvataggio della CRS logo Croix-Rouge suisse