Federazione svizzera dei samaritani
Federazione svizzera dei samaritani
Martin-Disteli-Strasse 27
4601 Olten
Telefon 062 286 02 00
Fax 062 286 02 02
office@samariter.ch

Comunicato Stampa del 9 settembre 2016

Comunicato stampa congiunto delle organizzazioni di salvataggio Federazione svizzera dei samaritani, Società Svizzera di Salvataggio, Società Svizzera delle Truppe Sanitarie, Rega e REDOG.

Giornata Mondiale del Primo Soccorso, 10 settembre 2016

Primi soccorsi per i bambini e da parte di bambini

Oltre un quarto della popolazione mondiale ha meno di quindici anni. Si stima che nel 2050 questo gruppo di età comprenderà in totale 2,6 miliardi di persone. Eppure, proprio nelle situazioni di emergenza, sono tra i più deboli e vulnerabili e necessitano di sostegno e aiuto specifici. I bambini sono anche in grado di fornire direttamente i primi soccorsi in modo efficace se sanno come bisogna comportarsi in caso di emergenza. Per questo lʼargomento della Giornata internazionale dei Primi soccorsi 2016 è: «Primi soccorsi per i bambini e da parte di bambini».

Ogni anno, in tutto il mondo, circa quindici milioni di persone vengono formate dalla Croce Rossa e dalle organizzazioni di salvataggio della Croce Rossa sul tema dei primi soccorsi. Nella maggior parte dei casi si tratta di adulti, ma sempre più spesso anche bambini e giovani vengono formati nel campo dei primi soccorsi tramite programmi specifici svolti ad esempio nelle scuole oppure nellʼambito di attività per il tempo libero. Avendo la maggior parte dei bambini meno inibizioni riguardo al contatto fisico ed essendo naturalmente portati ad aiutare gli altri, partecipano ai corsi con entusiasmo. Sapere di poter salvare vite umane li riempie di orgoglio. La formazione e il confronto con il tema dei "Primi soccorsi" non solo mettono in grado i bambini e i giovani di agire correttamente in caso dʼemergenza, ma rafforzano anche le loro competenze sociali, favorendone il senso di responsabilità e lʼautoconsapevolezza.

Il 10 settembre 2016, questʼanno Giornata internazionale dei Primi soccorsi, le organizzazioni di salvataggio della Croce Rossa Svizzera esortano la popolazione a coinvolgere maggiormente i bambini, spiegando loro perché e soprattutto come si prestano i primi soccorsi. Possibilità in questo senso ne esistono molte. Alcune delle organizzazioni di salvataggio della Croce Rossadispongono ad esempio di propri gruppi giovanili oppure offrono progetti nelle scuole o per particolari attività del tempo libero.

Le sezioni della Società Svizzera di Salvataggio (SSS) hanno adeguato molti dei propri moduli formativi nel campo del salvataggio in acqua e della prevenzione alle esigenze di bambini e giovani. A tale scopo, nellʼambito della campagna di prevenzione a livello nazionale «Acqua, amica mia», nuotatori di salvataggio appositamente formati visitano le scuole dellʼinfanzia di tutta la Svizzera, per trasmettere ai bambini il più presto possibile un rapporto corretto con lʼacqua. In tale contesto i bambini imparano anche a conoscere i principali mezzi di salvataggio per aiutare le persone in situazioni di emergenza. Tuttavia è importante che i bambini vengano sempre accompagnati in acqua, in quanto autonomamente non sono in grado di proteggersi del tutto. Con lʼintegrazione nel piano di studi 21 della prevenzione degli incidenti in acqua e delle abilità di autosalvataggio e di salvataggio di altre persone, la SSS desidera fornire impulsi sulle tematiche del «salvataggio» e del «prestare i primi soccorsi» anche nellʼinterfaccia scuola, supportando il corpo insegnante nella comunicazione dei contenuti mediante documentazioni e piani didattici.

Le sezioni samaritane e quelle delle truppe sanitarie offrono in tutta la Svizzera corsi soccorritori e corsi di primi soccorsi aperti anche ai più giovani. Inoltre, la Federazione svizzera dei samaritani (FSS), in collaborazione con la Guardia aerea svizzera di soccorso Rega è presente nelle scuole del 2° e 3° ciclo con il progetto «Samaritani scolastici - le alunne e gli alunni imparano i primi soccorsi». La Società Svizzera delle Truppe Sanitarie (SSTS) organizza annualmente un campo di formazione e vacanza (AULA), mentre la Società svizzera per cani da ricerca e da salvataggio (REDOG) organizza dimostrazioni con cani da salvataggio per i bambini, contribuendo così a una migliore comprensione delle problematiche connesse alle persone disperse.

Link:

www.samariter.ch (Federazione svizzera dei samaritani)
www.slrg.ch (Società Svizzera di Salvataggio)
www.smsv.ch (Società svizzera delle truppe sanitarie)
www.rega.ch (Guardia aerea svizzera di soccorso)
www.redog.ch (Società svizzera per cani da ricerca e da salvataggio)
www.redcross-edu.ch (Piattaforma dei corsi del gruppo CRS)

Ulteriori informazioni:
Regina Gorza, responsabile Centro di competenza Salvataggio della CRS,
c/o Federazione svizzera dei samaritani, telefono 079 286 85 58

Giornata del primo soccorso

Istituite dalla Federazione internazionale delle Società della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, dal 2000, il secondo sabato di settembre, le organizzazioni della Croce Rossa e le associate svolgono una giornata di primo soccorso in oltre 150 Paesi. Obiettivo è rafforzare nella coscienza pubblica la consapevolezza dell’importanza di un aiuto d’emergenza competente in caso di infortuni e catastrofi.

In Svizzera, in occasione della Giornata del Primo Soccorso, le organizzazioni di salvataggio della Croce Rossa Svizzera (CRS) si rivolgono al pubblico. Fanno parte dell'organizzazione la Federazione svizzera dei samaritani (FSS), la Società di Salvataggio Svizzera (SSS), la Società svizzera delle truppe sanitarie (SSTS), la Rega e la Società svizzera per cani da ricerca e da salvataggio REDOG.

Partner
  • logo Zewo
  • Organizzazione di salvataggio della CRS logo Croix-Rouge suisse