Federazione svizzera dei samaritani
Federazione svizzera dei samaritani
Martin-Disteli-Strasse 27
4601 Olten
Telefon 062 286 02 00
Fax 062 286 02 02
office@samariter.ch

Comunicato stampa del 13 luglio 2012

Fatto inquietante:
il 70% della popolazione svizzera presta soccorso in modo errato

Uno studio condotto dalla Basilese Assicurazione mostra che il 70% della popolazione svizzera conosce soltanto l’ormai obsoleto schema di soccorso «Risponde? Respira? Sanguina? Si sente il polso?» Ciononostante, la disponibilità ad aggiornare le proprie conoscenze è molto marcata. Circa l’80% dei partecipanti allo studio ritiene opportuno frequentare un corso di aggiornamento ogni cinque anni. La Basilese ha pertanto deciso di offrire ai suoi collaboratori corsi gratuiti di aggiornamento. Anche i clienti della Basilese possono usufruire delle varie offerte allestite in collaborazione con la Federazione svizzera dei samaritani.

Un partecipante su due allo studio della Basilese Assicurazioni e della Federazione svizzera dei samaritani (FSS) ha seguito un corso di pronto soccorso più di 20 anni fa. Tuttavia la prassi in materia di pronto soccorso è fortemente cambiata proprio negli ultimi anni. I vecchi schemi di valutazione, come la sequenza di domande «Risponde? Respira? Sanguina? Si sente il polso?», sono stati accantonati per poter intervenire rapidamente e concretamente. Con l’aumento delle malattie cardiocircolatorie, la rapidità d’intervento nel primo soccorso ha assunto un’importanza centrale. «Il più delle volte, in caso di collasso improvviso, la causa è di natura cardiocircolatoria. Se la causa è un arresto cardiaco, occorre praticare velocemente la respirazione artificiale e mantenere in funzione il sistema cardiocircolatorio con compressioni toraciche, affinché il sangue affluisca al cervello e agli organi», precisa Roland Marti, responsabile della formazione presso la Federazione svizzera dei samaritani.

Grande disponibilità a frequentare corsi di ripasso

Lo schema d’intervento BLS-AED, che sta per «Basic Life Support – Defibrillazione automatica esterna», introdotto a inizio 2012 dalla Federazione dei samaritani, insegna esattamente questo. Il nuovo metodo salvavita, tuttavia, è ancora poco conosciuto. Quasi il 70% degli intervistati conosce però lo schema «Risponde? Respira? Sanguina? Si sente il polso?», di cui il 43% persino molto bene. Purtroppo questo schema è poco utile. Seguendo la sequenza delle domande, infatti, il soccorritore osserva ma non è di vero aiuto alla persona che si trova in difficoltà. È stato evidenziato questo aspetto agli intervistati, il 67% dei quali si dichiara disposto a frequentare un corso di aggiornamento in materia di pronto soccorso. Circa l’80% dei partecipanti allo studio ritiene opportuno frequentarne uno ogni cinque anni. Una buona metà di essi vorrebbe che fosse il datore di lavoro a organizzare un corso simile.

La Basilese Assicurazione dà il buon esempio

La Basilese Assicurazioni si mette in moto offrendo ai propri collaboratori un corso di aggiornamento di pronto soccorso. «Per ora offriamo dieci corsi con 24 partecipanti nella Svizzera tedesca e nella Svizzera occidentale per verificare come viene recepita l’iniziativa», spiega Tobias Löhrer, Responsabile del Mondo della sicurezza della Basilese. Sarà inoltre stanziato un budget speciale per estendere l’offerta esclusiva di corsi di pronto soccorso anche ai clienti della Basilese. In generale, la clientela aziendale della Basilese può usufruire del 10-15 percento di sconto sui corsi organizzati dalla Federazione dei samaritani. «In questo modo rendiamo il nostro motto "La vostra sicurezza ci sta a cuore" un’esperienza concreta e tangibile», commenta con soddisfazione Tobias Löhrer parlando dell’offerta che comprende tutta la Svizzera.

Salvare una vita venerdì 13

Durante le giornate della sicurezza della Basilese di quest’anno – venerdì 13 gennaio, aprile e luglio – la FSS spiega a tutti i collaboratori della Basilese Svizzera le attuali misure di pronto soccorso. «Dopo essersi esercitati a gennaio con la respirazione artificiale e il massaggio cardiaco, dopo il 13 luglio i circa 3'300 collaboratori della Basilese sapranno anche come maneggiare un defibrillatore», racconta soddisfatto Roland Marti.

 

CONTATTO:

Amos Winteler, Basilese Assicurazioni, responsabile Comunicazione Svizzera
amos.winteler (at) baloise.ch, tel.: +41 58 285 74 70

Eugen Kiener, Federazione svizzera dei samaritani, responsabile della communicazione,
eugen.kiener (at) samariter.ch, tel.: +41 62 268 02 27

Partner
  • logo Zewo
  • Organizzazione di salvataggio della CRS logo Croix-Rouge suisse